Dettagli

Finzione o realtà?

Il 28 marzo nella Carl-Orff-Saal del Gasteig, a Monaco, davanti ad un pubblico di circa 400 persone, il gruppo teatrale I-Talia ha portato in scena “Sei personaggi in cerca d’autore”, il noto dramma di Luigi Pirandello

Paola Gambaro

28 marzo 2014.
L’opera è considerata la prima della trilogia denominata “teatro nel teatro”, comprendente anche “Questa sera si recita a soggetto” e “Ciascuno a suo modo”. Dopo la prima rappresentazione del “Berretto a sonagli” nel 2011 (replicato ben tre volte) il gruppo amatoriale, guidato con maestria da Luigi Tortora, si è impegnato con successo nella nuova opera teatrale.

Una compagnia di attori sta provando sul palcoscenico di un teatro la commedia “Il berretto a sonagli “(nella versione originale la commedia provata era “Il giuoco delle parti, ndr”) . Improvvisamente irrompono sul palco sei individui, un Padre, una Madre, il Figlio, la Figliastra, il Giovinetto e la Bambina, sei personaggi rifiutati dallo scrittore che li aveva creati. Sono venuti a chiedere al regista di dare loro vita e di portare in scena il loro dramma. La compagnia pur essendo molto scettica all’idea, alla fine acconsente alla richiesta. A quel punto i sei personaggi cominciano a raccontare il loro dramma agli attori, affinché gli stessi possano rappresentarlo in scena. Un crescendo di dettagli, fino al terribile epilogo finale.

Il gruppo I-Talía, ha saputo ben rendere sulla scena il dolore e lo strazio delle vicende della vita dei personaggi, offrendo al pubblico una recitazione sentita e drammatica, protagonista assoluta su di un palcoscenico allestito in modo disadorno e austero. Gli attori si sono cimentati con un’opera complessa e molto impegnativa, attraverso la quale viene trasmessa al pubblico la teoria pirandelliana sull’impossibilità di considerare l’individuo come un tutto unico.

In questo senso, particolarmente forte è il messaggio trasmesso dal personaggio Padre che denuncia l’angoscia di essere rimasto fissato in un momento errato e miserevole della sua esistenza e il peso di essere sempre giudicato solo su questo aspetto parziale della sua vita.

A tutti gli attori, molti dei quali nuovi, è giunto il plauso del numeroso pubblico e a loro vanno i nostri complimenti per i progressi fatti. E… come si suol dire: ad majora!

 

info: 
https://www.facebook.com/pages/Gruppo-Teatrale-I-talia/251533694862843?fref=ts
http://www.i-talia.blogspot.de

 

 

 

Joomla Plugin