Dettagli

Ricordi di un tango d'estate

Serate di magia: i Quadro Nuevo in Italia

Titti Galasso 

Roma, 18 ottobre 2012.
È autunno, su Monaco comincia a cadere un manto di foglie colorate e raffiorano i ricordi di un’estate italiana, toscana, ad essere precisi. Una notte toscana riscaldata da musica tedesca.

Murci, una piccola frazione di Scansano in provincia di Grosseto situata a 600 metri sul livello del mare, ospita a fine stagione estiva il gruppo musicale tedesco Quadro Nuevo, molto apprezzato in Baviera. L’ultimo concerto di un mini tour italiano iniziato a Cento (Ferrara) proseguito a Mazzolla, poi a Querceto (entrambe in provincia di Pisa) e conclusosi infine in Maremma dove si è esibito per il quarto anno consecutivo.

Non soltanto l’organizzatore del concerto Lothar Blanke è in trepida attesa, ma anche gli abitanti di Murci si sono attivati per rendere la serata più accogliente preparando dolci e rustici che, con vino ed altre bevande, vengono offerti al pubblico durante l’intervallo. La piazzetta Casalone è gremita di gente (fra cui molti tedeschi in vacanza o trasferitosi da tempo in questa zona), il paese in fervore, un’attesa durata giorni…

“È da un anno che attendiamo questo momento” dicono due simpatiche signore, arrivate appositamente da Saturnia e da Manciano, sedute in prima fila, “sono magnifici, sono straordinari” commentano, “siamo arrivate fin qui solo per ascoltare la loro splendida musica”…

Quando si ascolta Quadro Nuevo dal vivo non si rimane indifferenti: i quattro musicisti non solo trasmettono la propria passione verso la musica ed i propri strumenti (ne arrivano a suonare circa una trentina), ma incantano il pubblico per la loro bravura, semplicità e simpatia.

Chi sono questi quattro musicisti che girano per il mondo con Ferdinand - il loro Ford Transit - per regalare al pubblico un paio d’ore di ottima musica suscitando emozioni e infondendo ovunque simpatia e freschezza? Didi Lowka (contrabasso e percussioni) e Mulo Francel (clarinetto e sassofoni) hanno fondato questo gruppo nel 1996 quasi per caso in un parcheggio di Salisburgo insieme a Monsieur Jeromin (fisarmonica) e al noto chitarrista Robert Wolf, in seguito sostituiti rispettivamente da Andreas Hinterseher (fisarmonica, vibrandoneon e bandoneon) e da Evelyn Huber (arpa e salterio).

In Germania la musica di Quadro Nuevo è stata definita come “la risposta europea al tango argentino”. Ma il loro repertorio è anche una combinazione di arabeschi, ballate, swing balcani e melodie mediterranee in cui s’incontrano e si fondono meravigliosamente insieme culture dell’oriente e dell’occidente creando atmosfere di vivacità, effervescenza ma anche emozioni di forte nostalgia… Il gruppo si esibisce da anni in tutto il mondo: Europa, Stati Uniti, Canada, Australia, Arabia, Asia, Malesia, Centro e Sud America… e da anni l’Italia rimane una meta fissa.

"Non ci sentiamo musicisti tedeschi che si confrontano con altre nazionalità, ma musicisti che girano il mondo alla ricerca di nuove melodie, nuovi suoni, nuove idee. È da questo vagabondare, da questa vita nomade, da questo scambio continuo con altre culture che troviamo ispirazione e nasce la nostra musica.“ Spiega il portavoce del gruppo Mulo Francel a INTERVenti, subito dopo il concerto. Dal punto di vista musicale, viaggiare è per il gruppo di vitale importanza… si lasciano ispirare dai suoni del mondo, incontrano ed imparano a conoscere un’altra musica, quella musica che li invade, diventa propria e li travolge nelle loro composizioni. "La musica", aggiunge Mulo, "è il linguaggio universale che avvicina tutti e rende possibile una comprensione reciproca.".

altUna vita non facile ma felice è esattamente ciò che trasmettono i musicisti durante queste serate di fine estate nelle piazze italiane, una musica in grado di trascinare il pubblico presente verso propri ricordi e nostalgie. Perlopiù sono vecchi pezzi di musica italiana molto apprezzati in Germania, ma in Italia… come risponde invece l’ascoltatore italiano? Mulo racconta di trovarsi spesso di fronte a reazioni molto diverse tra loro. A volte, i giovani sospirano,alzano gli occhi al cielo e ironizzano sull’antichità del pezzo, ma più spesso il pubblico si lascia andare a ballare e persino a cantare le canzoni più note (Tu vuò fa l’americano, Torna a Surriento, Roma nun fa la stupida stasera, Caruso…).

A Murci il pubblico danza un tango, forse sognando di ballare sotto le stelle di Buenos Aires o nella penombra di qualche localino parigino; si lascia incantare dal ritmo del pezzo Die Reise nach Batumi (il viaggio a Batumi ndr) magari immaginando carovane in sosta al calore del fuoco sotto al cielo stellato di un deserto. Ma per i musicisti? Come ci si sente a suonare ancora una volta per strada quando si è abituati ad esibirsi in teatri importanti?
"Non è semplice vivere lontano dalle proprie famiglie… oggi qui domani lì, arrivare, montare il palco e gli strumenti, suonare, smontare e ripartire… ma la cosa più importante rimane comunque suonare, suonare bene per se stessi e per il pubblico, divertire e divertirsi…“ e Quadro Nuevo ci riesce bene.

www.quadronuevo.de  (storia del gruppo, discografia, bibliografia e calendario dei concerti)

 


 

 

 

Joomla Plugin